PREMIO INNOVAZIONE GIANNESCHI: I VINCITORI DELLA SECONDA EDIZIONE SONO RAZETO & CASARETO E LA START UP I3B

La famosa maniglia luminosa e il primo motore hydro-jet fuoribordo elettrico sono le migliori idee innovative del 2019. Tutti i finalisti del riconoscimento

La F.lli Razeto & Casareto e la start up I3B sono le imprese vincitrici della seconda edizione del Premio Innovazione “Luigi Gianneschi” promosso da NAVIGO, società per l’innovazione e lo sviluppo della nautica e dalla famiglia dell’imprenditore toscano.

Le due aziende, tra i finalisti del riconoscimento intitolato al fondatore della Gianneschi Pumps & Blowers, hanno avuto la “migliore idea innovativa” 2019 secondo criteri di valorizzazione del prodotto, innovazione, affidabilità, internazionalità e creatività.

La premiazione si è svolta venerdì 13 dicembre a Viareggio nel corso di una serata di networking e incontri tra le imprese della rete NAVIGO e del Distretto Tecnologico per la Nautica e la Portualità Toscana.

Nella categoria “impresa innovativa”, Razeto & Casareto” storica azienda di Genova che progetta e produce complementi e accessori per le costruzioni navali, conferma la validità del progetto OSSH©, la maniglia luminosa di sicurezza per le porte degli yacht, già vincitrice di altri riconoscimenti italiani e esteri. Si tratta di una gamma di maniglie che si illuminano per essere individuate in condizioni critiche e che possono comunicare informazioni indicando attraverso il colore della luce le vie di fuga per la salvaguardia dei passeggeri, degli ospiti e dell’equipaggio a bordo. L’azienda ha conquistato una posizione di leadership a livello internazionale con circa metà della produzione sul mercato estero. Razeto & Casareto vince un bonus per la partecipazione alla prossima edizione di YARE (Yachting Aftersales and Refit Experience) che si svolgerà a Viareggio dal 18 al 20 marzo 2020.

La miglior “start up innovativa” 2019 è la I3B srl di Milano con DeepSpeed, primo motore hydro-jet fuoribordo elettrico per la nautica che migliora drasticamente l’efficienza rispetto alle propulsioni a elica e idrogetto entrobordo riducendo i consumi e gli sprechi e aumentando per aumentare autonomia e velocità. L’azienda è formata da professionisti con ricco curriculum che al progetto lavorano da oltre 10 anni. Il premio alla start up consiste in una sessione YBM (Yachting B2B Business Matching).

 

Menzione speciale, per Nextworks, società di Pisa che si occupa da oltre 15 anni di progettazione e supporto di sistemi e reti digitali sofisticati e soluzioni per la domotica di lusso su yacht e per residenziale grazie alla presentazione dell’Interactive counter touch. Un tavolo multimediale per l’intrattenimento che è in grado di “riconoscere” gli oggetti posti su di esso, come ad esempio una bottiglia di vino e fornire una serie di informazioni utili che accompagnano l’utente durante l’esperienza interattiva: presentazione video note di degustazione personalizzate e informazioni aggiuntive grazie ai menù interattivi del table touch. Un nuovo modo di sperimentare i vini esclusivi all’interno della collezione della cantina dello yacht fornendo un complemento all’esperienza di degustazione completa che accompagna un gruppo di ospiti attraverso la scoperta di una serie di vini.

Le altre imprese, finaliste del  Premio Innovazione Gianneschi, sono state: Foresti e Suardi storica azienda del Lago d’Iseo territorio di maestrie artigianali famose nel mondo con Flatwash un sistema innovativo di doccia di coperta, Sovit dinamica impresa di Pietrasanta con la realizzazione di vetri curvi a raggio variabile per rivestimenti per fiancate di yacht, Tourist Fun Boat Viareggio per l’offerta di escursioni turistiche private ed esclusive a bordo di taxiboat, Xenta giovane realtà del Lazio con il sistema Xenta Joystick con un innovativo sistema di governo intuitivo e semplice da utilizzare  e Seares start up di Lucca con il sistema di ormeggio a recupero di energia Seadamp Plus.

“Un premio giovane, ma che già in questa seconda edizione ha interessato e coinvolto imprese piccole, medie e grandi della nautica   – dichiara Katia Balducci, presidente di NAVIGO – che si sono candidate con i loro progetti e prodotti. Siamo lieti di poter sostenere con visibilità e supporto nel matching, le aziende del made in Italy che si impegnano nella ricerca e nell’innovazione”

0