Smart Yachting: far comunicare Yacht e Porti con l’Internet of Things

Al Versilia Yachting Rendez-vous, i ricercatori europei del progetto symbIoTe, che propone soluzioni innovative in ambito IoT applicate alla nautica. Da mercoledì 9 fino a venerdì 11 maggio

Da mercoledì 9 a venerdì 11 maggio, il Versilia Yachting Rendez-vous ospiterà – presso lo spazio Tecnopool (Viale Europa 2a, Viareggio) – l’undicesima plenaria del progetto internazionale symbIoTe (Symbiosis of smart objects across IoT environments) di cui NAVIGO, centro per di innovazione e sviluppo della nautica, è partner. All’appuntamento – fissato per discutere e confrontarsi sullo stato di avanzamento dello sviluppo della piattaforma di interoperabilità dei sistemi IoT (Internet of Things) – parteciperanno circa 40 ricercatori provenienti da tutta Europa.

Si tratta di un piano avviato nel 2016 – finanziato dalla Commissione Europea all’interno del programma Horizon 2020 con finalità nell’ambito IoT – che si pone come obiettivo la realizzazione di uno standard che riesca a far comunicare due o più sistemi chiusi (con differenti protocolli di comunicazione). In particolare, NAVIGO è responsabile, insieme a Nextworks, società toscana specializzata nello sviluppo e nella produzione di sistemi domotici multimediali, della realizzazione della parte di progetto dedicata alla nautica e si occuperà di sviluppare la piattaforma Smart Yachting, soluzione IoT innovativa per il mondo dello yachting e in particolare per ottimizzare il flusso di informazioni tra yacht e porti.

Oltre all’Italia, partecipano al team internazionale Germania, Spagna, Grecia, Croazia, Polonia, Portogallo, Austria e prestigiose imprese europee partner. Come detto, per quanto riguarda Navigo, l’impegno sarà quello di creare un’integrazione “intelligente” tra yacht e porti. L’IoT si caratterizza per l’utilizzo di dispositivi come sensori, oggetti indossabili (ad esempio smartwatch), monitor, etc. in grado di comunicare tra loro in modo del tutto autonomo, sulla base di precise regole che vengono date dal programmatore, e ormai sempre più spesso dagli stessi utenti finali. Durante la tre giorni – inserita nel programma ufficiale della fiera dedicata alla nautica d’eccellenza – saranno discussi gli avanzamenti delle attività di sviluppo della piattaforma di interoperabilità dei sistemi IoT che offrirà grandi novità e opportunità anche in campo nautico.

Giovedì 10 maggio, è previsto un test all’interno del Porto di Viareggio tra le banchine del Versilia Yachting Rendez-Vous che darà la dimensione di come il progetto sia utile anche nell’approdo dei superyacht nelle marine dedicate.

Venerdì 11 maggio, alle ore 10 presso il Navigo Lounge Garden è invece in programma una sessione di presentazione delle specifiche tecniche ai vincitori della OpenCall, attività dal progetto che a sua volta ha stanziato 40mila euro per nuove proposte che adottassero la soluzione symbIoTe. La sessione di venerdì mattina sarà anche l’occasione di presentare il progetto agli stakeholder dello yachting presenti al salone.

0